Guida Per Principianti al Forex Trading

Il fine ultimo di chi investe nei mercati finanziari è principalmente quello di comprare ad un prezzo basso per poi rivendere ad un prezzo più alto. Il mercato Forex, non fa eccezione. I beni trattati in questo mercato non sono le azioni, le obbligazioni o i fondi, ma le valute dei diversi paesi, ognuna delle quali ha una propria “quotazione” che può variare durante tutto l’arco della giornata. Per guadagnare in questo mercato, il trader dovrà essere in grado di determinare quali valute possono subire un deprezzamento e quali invece possono avere una rivalutazione.

Come Funziona

Nel mercato Forex, ad ogni valuta viene assegnato un acronimo o codice di tre lettere. L’Euro, ad esempio, assume la codifica di EUR, il dollaro USD, il franco svizzero CHF, la sterlina britannica GBP, lo yen giapponese (JPY)…giusto per citare quelle più importanti. I prezzi delle valute corrispondono al rapporto delle unità delle valute in proporzione alle altre. Queste vengono “tradate” in coppie. La prima posizione è occupata dalla valuta più cara ed i prezzi sono espressi in unità della seconda valuta per le unità della prima. Ad esempio, la coppia EUR/USD mostra il numero di Dollari americani in un Euro. I prezzi sono generalmente espressi con un numero di cinque cifre: il valore di cambio EUR/USD = 1,0345 significa che 1 Euro è valutato 1,0345 dollari americani (quindi verrai pagato quel preciso numero di dollari in fase di vendita o acquisto della valuta). L’Euro in questo caso è la valuta base, quella cioè che non varia, mentre il dollaro è quella che si muove.

Per poter cominciare ad operare nel mercato forex, è sufficiente registrarsi ad una piattaforma di trading online, che permette di aprire un conto con un capitale esiguo (€ 100 o meno), senza nessun costo di mantenimento mensile. Dopo aver scelto la piattaforma di trading e durante la fase di acquisto o di vendita, potreste trovarvi davanti ad una schermata come questa, dove è indicato che il broker sarà disposto a “vendere” la coppia EUR/USD a 1,0999 e “acquistarla” a 1,0996. Il concetto di forex, in realtà, prevede sempre che ci sia una vendita di una valuta e un acquisto di un’altra. Se cliccate su “VENDI”, il broker vi comprerà 1 Euro dandovi in cambio 1,0996 Dollari. Se invece cliccate su “ACQUISTA”, comprerete 1 Euro dal broker in cambio 1,0999 Dollari. La differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita, ossia ($ 1,0999- $ 1,0996 = $ 0,0003), rappresenta lo Spread, ovvero il guadagno che il broker fa dalla transazione per il servizio offerto.

Bid e Ask

Il prezzo per l’acquisto è chiamato ASK, mentre il prezzo di vendita BID. Quando il trader prevede che una valuta possa aumentare di valore, la strategia da adottare è quella di comprarla ad un determinato prezzo, per poi rivenderla (SELL) quando essa subirà un incremento di valore. Quindi, se avete aperto una posizione comprando la coppia EUR/USD e volete chiuderla immediatamente, otterrete come risultato una perdita! Di conseguenza per trarre un profitto il trader dovrà operare sulla valuta in previsione di un apprezzamento o deprezzamento, muovendosi nella direzione giusta sia che voglia comprare o vendere.

Pip

Il pip (acronimo di percentage in point) è l’incremento minimo del prezzo di una coppia. Come abbiamo detto prima, tutte le valute sono quotate con quattro cifre decimali (ad eccezione dello Yen giapponese): quindi la variazione del prezzo di cambio di EUR/USD da 1,4388 a 1,4389, ad esempio, costituisce 1 pip. Per la valuta giapponese invece il pip si riferisce al secondo punto decimale della valuta. Se la valuta di base aumenta di valore, significa che essa si sta rafforzando nei confronti della seconda valuta della coppia. Ciò significa che sarà possibile acquistare un maggior numero di denaro della valuta contatore. Al contrario se la valuta principale perde valore, si sta indebolendo.

Strumenti di Trading

Per proteggere il proprio capitale da perdite improvvise ed inaspettate, ogni broker mette a disposizione dei propri clienti alcuni strumenti utili, chiamati “stop loss” e “limit order“. Ogni volta che viene aperta una posizione è possibile decidere di chiuderla in ogni momento della giornata (esclusi i giorni festivi). Per evitare perdite significative in situazioni in cui non è possibile avere un controllo continuo della situazione, il forex trader può impostare uno stop loss automatico, superato il quale la transazione viene chiusa automaticamente. Il limit order, invece, può essere invece utilizzato quando si vuole chiudere una posizione che ha profitto: in pratica, permette al trader di acquistare a un prezzo specifico o al di sotto dello stesso, oppure di vendere a un prezzo specifico o al di sopra dello stesso.

Grafici Forex

L’analisi tecnica, basata essenzialmente sulla lettura dei mercati attraverso i grafici di borsa, rappresenta un’incredibile risorsa a disposizione dei trader per riuscire a capire l’andamento del mercato e guadagnare dalle operazioni. In questo senso, uno degli strumenti migliori e più efficaci sono i grafici a candele giapponesi, il cui nome deriva proprio dalla rappresentazione che i giapponesi nell’antichità utilizzavano per descrivere l’andamento del mercato del riso.

Sopra ho inserito un tipico esempio di grafico a candele giapponesi (candlestick), utilizzato per seguire i movimenti di prezzo del cambio euro-dollaro (EUR/USD). Sul grafico possiamo trovare:

  • il livello di prezzo, sull’asse delle ordinate;
  • il timeframe del grafico, sull’asse delle ascisse

Al centro potete notare dei rettangoli di colore rosso e verde, quelli che tecnicamente vengono definite “candele”, che possono indicarci se il prezzo è in aumento oppure in calo.

Il Colore

Le candele possono avere differenti colori. Un colore indica un rialzo nei prezzi, l’altro un calo. Ad esempio, se bianco/nero, il bianco indica un rialzo, il nero un ribasso. Altra accoppiata di colori molto utilizzata è verde/rosso: il verde indica un rialzo, il rosso un ribasso. Ancora, vi è blu/rosso: il blu indica un rialzo, il rosso un ribasso. A seconda della piattaforma di trading che utilizzerete, troverete un’accoppiata di colori diversa. Ma di solito è anche possibile modificare tali colori tramite le impostazioni della piattaforma, così da poter scegliere quelli che preferite.

Real Body o Corpo

Il “corpo” è semplicemente il rettangolo della candela giapponese e indica al trader di quanto è variato il prezzo durante una sessione di trading (la sessione di trading equivale al timeframe selezionato per il grafico: se abbiamo scelto 1h, ogni candela rappresenta 1h di trading; se abbiamo scelto 5 minuti, ogni candela rappresenta 5 minuti di trading…e così via). Maggiore è la variazione di prezzo, più lungo è il corpo della candela. Ciò indica una fase di alta volatilità nei mercati. Viceversa, minore è la variazione di prezzo, più corto è il corpo della candela. Ciò indica una fase di bassa volatilità nei mercati.

Apertura e Chiusura

In alcune piattaforme trading, queste vengono chiamate Open (apertura) e Close (chiusura), ed indicano il prezzo iniziale e il prezzo finale della candela. Apertura e chiusura equivalgono ai “bordi” superiori del corpo delle candele, ovvero i lati corti del rettangolo. Nel caso di una candela ribassista, il livello di apertura si troverà nel lato superiore, mentre il livello di chiusura nel lato inferiore. Ciò indica che il prezzo è sceso dal valore di apertura fino a raggiungere quello toccato nella chiusura. Viceversa, nel caso di una candela rialzista, il livello di apertura si troverà nel lato inferiore, mentre il livello di chiusura nel lato superiore. Ciò indica che il prezzo è aumentato dal valore di apertura fino a raggiungere quello toccato nella chiusura.

Shadows (massimo e minimo)

Le linee sottili che si trovano sia al di sopra che al di sotto dei corpi delle candele, vengono chiamate shadows (ombre, in italiano). Si trovano sia sopra che sotto le candele, ma non sono sempre presenti. Queste ombre rappresentano i livelli di massimo e i livelli di minimo che i prezzi hanno raggiunto durante il trade. Se quindi abbiamo selezionato come timeframe 1 ora, l’ombra superiore di una candela rappresenta il prezzo massimo raggiunto durante 1 ora di contrattazioni. Mentre l’ombra inferiore di una candela rappresenta il prezzo minimo raggiunto durante 1 ora di contrattazione.

Se analizziamo questo grafico, ci accorgiamo subito del forte ribasso avvenuto verso la fine, a causa di una successione di quattro candele rosse (quindi ribassiste). Possiamo anche intuire che il ribasso sia stato molto forte a causa dell’alta volatilità presente in quel momento: se controllate i corpi delle candele, noterete che sono molto allungati. Prima di questo ribasso invece vi è stata una fase di mercato laterale, ovvero i prezzi oscillavano tra alti e bassi, senza mai prendere una direzione precisa. Nonostante ciò, dopo il primo ribasso, vi sono cinque candele verdi di fila (rialziste), che ci indicano come i prezzi stiano tornando a salire.

 

Sommario Articolo
Guida Per Principianti al Forex Trading
Nome articolo
Guida Per Principianti al Forex Trading
Descrizione
Come compiere i primi passi nel forex trading: guida per principianti.
Autore
Nome editore
MercatiForex.com
Logo Editore

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *